venerdì, Ottobre 23

Lucrezia Passarelli

Classe 2000.  Frequenta la facoltà di giurisprudenza presso l'università Federico II di Napoli. Femminista intersezionale e di tanto in tanto anche simpatica.
La disparità tra uomini e donne nel mondo della poesia. Con l’intervento di Gennaro Madera.
Intrattenimento

La disparità tra uomini e donne nel mondo della poesia. Con l’intervento di Gennaro Madera.

“Tanto gentile e tanto onesta parela donna mia quand’ella altrui saluta,ch’ogne lingua deven tremando muta,e li occhi no l’ardiscon di guardare.” Così inizia la  celebre poesia “Tanto gentile e tanto onesta pare” di Dante Alighieri composta per la sua amata Beatrice. Ad oggi, ci sembra lontano il tempo in cui i poeti scrivevano per le loro “donne angelo”, ma oggi è ancora così? Le donne sono ancora oggetto delle poesie d’amore degli uomini o sono riuscite anche ad esprimere il proprio amore divenendo autrici delle proprie poesie? Da accanita lettrice mi sono chiesta se anche nel mondo della scrittura, e in particolar modo nel campo della poesia, esiste una disparità tra uomini e donne. Qui su Equalilab.it voglio rendervi partecipi dei miei pensieri e del mio interessa...
Referendum costituzionale: taglio dei parlamentari? “Così NO”
Attualità e Politica

Referendum costituzionale: taglio dei parlamentari? “Così NO”

Il 20 e il 21 settembre 2020 siamo chiamati alle urne per rispondere al quesito del referendum costituzionale: «Approvate il testo della legge costituzionale concernente"Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari", approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.240 del 12 ottobre 2019?» Sì o No? Personalmente mi unisco al coro delle sardine: “così NO!”. Comprendo la posizione di chi voterà sì. Dopo anni di politica insoddisfacente e di politici inefficienti, votare sì significa voler dare una lezione ad una politica fallimentare, eppure reputo il sì un voto di pancia, quindi non lo condivido. Votare sì affinché si caccino “i ladri del parlamento” non è una moti...
Armine, la nuova modella di Gucci, è brutta?
Intrattenimento

Armine, la nuova modella di Gucci, è brutta?

Armine Harutyunyan, 23 enne di origini armene, è la nuova modella scelta da Gucci, la cui bellezza, lontana dai canoni occidentali, ha scatenato un’ondata di body shaming. Tra i vari commenti in cui mi sono imbattuta, uno in particolare ha attirato la mia attenzione: “Lei è Armine, una modella di Gucci, ci usciresti a cena?” Una domanda provocatoria, apparentemente innocua, ma che in realtà nasconde tanto marcio. A tale domanda suppongo sia scontato il "sì" se la modella è Gigi Hadid o Naomi Campbell. Questa volta, invece, la risposta al quesito prevede anche il “no, non voglio uscire con lei", secondo molti, infatti, Armine è brutta. Trovo sia legittimo che qualcuno pensi che Armine sia brutta e oserei dire che bello, finalmente possiamo considerare una modella brutta...
La legge contro l’omofobia e la transfobia è un’ideologia?
Attualità e Politica, LGBTQ+

La legge contro l’omofobia e la transfobia è un’ideologia?

Ultimamente si sta discutendo di un prezioso disegno di legge presentato alle camere il 26 marzo 2019 che tutela gli omosessuali e i transessuali contro ogni forma di discriminazione. Tale provvedimento ha determinato pareri contrastanti, in politica (dal parte dell'opposizione) e non solo, ma perché? Il disegno di legge in questione ha per oggetto: Modifiche agli articoli 604-bis e 604-ter del codice penale e istituzione della Giornata nazionale contro l’omotransfobia nonché dei centri antiviolenza per le vittime di omofobia e trans fobiaIn particolar modo le modifiche apportate agli articoli 604-bis e 604-ter del codice penale sono relative alla sostituzione della parola«o re­ligiosi» con le seguenti: «religiosi o fondati sull’o­mofobia o sulla transfobia» In merito a tale dis...
Svolta alla Corte Costituzionale: tre firmatarie donne
Attualità e Politica

Svolta alla Corte Costituzionale: tre firmatarie donne

L'ultima sentenza della Corte Costituzionale, vede le firme di tre donne. Dopo 72 anni di storia, questa è la prima volta che accade. Il 16 luglio è stata depositata la sentenza 150/2020 della Corte Costituzionale che: dichiara l’illegittimità costituzionale dell’art. 4 del decreto legislativo 4 marzo 2015 [...] limitatamente alle parole «di importo pari a una mensilità dell’ultima retribuzione di riferimento per il calcolo del trattamento di fine rapporto per ogni anno di servizio». Le firmatarie sono: Marta Cartabia: Presidente, Silvana Sciarra: Redattore, Filomena Perrone: Cancelliere La sentenza che passerà alla storia Questa sentenza, oltre a dichiarare l’illegittimità costituzionale dell’articolo 4 del Jobs Act voluto dall’allora presidente del consiglio Matteo Renzi...
Raffaele Morelli: un musicista di dolci parole maschiliste
Attualità e Politica, Femminismo, Intrattenimento

Raffaele Morelli: un musicista di dolci parole maschiliste

Una laurea può nascondere il maschilismo? Questa è la prima domanda che mi sono posta nell'ascoltare le parole di Raffaele Morelli: un mare di piacevole eloquenza, il rischio, però, è quello di essere affascinati dalle suadenti parole che possono incatenare nel limbo dell’ignoranza. L'intervista a RTL 102.5 Cosa è accaduto? Lo psichiatra Raffaele Morelli il 24 giugno 2020 è stato ospite presso radio RTL 102.5 e in questa occasione si è parlato di un tweet pubblicato il giorno precedente da radio RTL 102.5 il quale ha ricevuto varie critiche perché molti lo hanno interpretato come offensivo nei confronti delle donne. https://twitter.com/rtl1025/status/1275310640668778496 Morelli risponde (cito testualmente): No, anzi, se una donna esce di casa e gli uomini non le metton...
EqualiLab ha bisogno del tuo aiuto per il prossimo anno. Scopri come supportarci.
Holler Box

Iscriviti alla Newsletter

Holler Box